Nessun commento

Approvato l’adesione della Bulgaria nell’area Schengen

Come riferisce Novini.bg durante il dibattito al Parlamento Europeo a Strasburgo i deputati dei diversi paesi fortemente sostenuto l’adesione della Bulgaria e della Romania allo spazio Schengen. Essi hanno esortato il Consiglio di cambiare niente, che persiste per un periodo di sei anni, e attivare, finalmente, a Schengen questi due paesi.

La discussione è stata avviata bulgari deputati del gruppo dei socialisti per iniziativa di Sergei Stanishev.

Come ha detto Sergei Stanishev, il completamento del processo di allargamento dell’area Schengen ha un valore non solo per la Bulgaria e la Romania, ma per tutta l’unione Europea. Evitare due paesi Schengen mostra la mancanza di solidarietà e di ignorare adottate UE regole. È il momento di mettere fine a questa ingiustizia.

Dimitris Avramupolos – il commissario europeo per la migrazione e degli affari interni – ha confermato che l’estensione dello spazio Schengen nell’interesse dell’unione Europea. I rappresentanti dei principali fazioni politiche in UE fortemente espresso sostegno per la Bulgaria e la Romania.

Solo due gruppi (ECR “Europa su libertà è la democrazia diretta”) non hanno sostenuto la richiesta di adesione della Bulgaria e della Romania a Schengen, riferisce BTA. Tutte le altre associazioni hanno dichiarato che i due paesi hanno soddisfatto tutti i requisiti necessari per l’inclusione nell’area Schengen.

Che cosa cambierà per gli immigrati?

Quando si seleziona il paese per trasferirsi per molti, non per ultima la possibilità di muoversi liberamente nella UE. Per sei anni gli immigrati in Bulgaria speravano che il paese entrerà a Schengen. Presto questi sogni diventino finalmente realtà.

I titolari di status di PERMESSO di soggiorno, la residenza PERMANENTE Confidenziale permesso di soggiorno per la maggior parte non vogliono limitarsi paesi, dove è possibile dalla Bulgaria entrare senza visto, e cercare di ottenere Schengen. Molti anche volano per questa casa, perché questo facilita l’ottenimento del visto per soggiorni di lunga durata.

Con l’entrata della Bulgaria nell’area Schengen tutto diventa molto più facile. Non avrà bisogno né di guidare a casa, né a rivolgersi presso le ambasciate straniere a Sofia. Confine con altri paesi dell’accordo di schengen saranno provvisori, e sarà possibile senza la preparazione dei documenti e il rilascio dei visti andare in altri stati dell’unione EUROPEA.